Home - Atti M5S Cavriago - ULTIME DAL CONSIGLIO COMUNALE, E NON SOLO

ULTIME DAL CONSIGLIO COMUNALE, E NON SOLO

Torniamo in questa sede ad aggiornarVi sulle ultime iniziative dei 5 stelle cavriaghesi, ma prima di tutto si vorrebbe cogliere l’occasione per esprimere solidarietà a tutti i concittadini, esercenti compresi, che in questi tempi hanno conosciuto l’intrusione dei ladri, i quali ultimamente scorrazzano per tutta la valle dell’Enza a bordo di auto rubate, facendo razzia in maniera sistematica e attraverso un modus operandi che talvolta lascia allibiti. Esempio emblematico sia il furto subito in pieno giorno da un commerciante, il cui negozio si trova esattamente in centro a Cavriago. Questo per dire che la spregiudicatezza di questi criminali ha raggiunto livelli che meriterebbero l’attenzione di tutte le istituzioni. Bisognerebbe infoltire l’organico delle forze dell’ordine, compresa la polizia municipale, la quale potrebbe dal canto suo offrire un maggiore livello di vigilanza. Purtroppo per queste cose mancano le risorse, anche se sarebbe meglio dire che manca la volontà politica di stanziare risorse per il settore della sicurezza. Un taglio di super-stipendi e buone uscite nelle municipalizzate, come delle pensioni d’oro di qualche ex parlamentare, potrebbe già essere di grande aiuto in tal senso. Invece, per la sicurezza i cittadini devono per il momento arrangiarsi: da circa un anno è attivo anche a Cavriago il cosiddetto “controllo del vicinato”. Una cerchia sempre più larga di cittadini cavriaghesi, in costante contatto via cellulare, ha dato la propria disponibilità a condividere informazioni e a segnalare movimenti sospetti, notati durante una passeggiata, come durante gli spostamenti per il lavoro. A Montecchio Emilia il controllo del vicinato conta già diverse decine di cittadini, e la cosa pare costituisca un ottimo deterrente.

Per quanto riguarda le attività 5 Stelle in consiglio comunale, si vorrebbe segnalare qualche risvolto positivo. Sono di recente passate alcune nostre mozioni, una delle quali riguarda un fenomeno che, di questi tempi, sta assumendo dimensioni tragiche: l’abbandono involontario di bambini, all’interno dell’auto, probabilmente causato dalla frenesia del vivere quotidiano. Alla giunta comunale abbiamo chiesto di mettere allo studio un protocollo comportamentale già adottato dal Comune di Gorgonzola (MI), da inserire nel “Regolamento Asili Nido e Scuole dell’Infanzia”, in base al quale il genitore è tenuto a comunicare per tempo l’eventuale assenza del proprio figlio. Attraverso l’uso di un apposito software, il genitore stesso avrà la possibilità di controllare in tempo reale la presenza o meno del proprio figlio all’interno dell’asilo o della scuola materna. Inoltre, ci si impegna ad appoggiare la legge sui dispositivi elettronici di sicurezza sulle auto, per la rilevazione della presenza del bambino a bordo, ferma ormai da troppo tempo alla Camera e mai calendarizzata.


Con un’altra mozione abbiamo ottenuto che il Sindaco sottoscriva, insieme ad altri primi cittadini, l’appello di Mina Welby sul biotestamento, affinché venga approvata celermente e senza ulteriori passaggi e modifiche, la legge riguardante il consenso informato e le dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari, avente il fine di evitare l’accanimento terapeutico, argomento verso il quale anche Papa Francesco ha mostrato interesse, affermando che “evitare l’accanimento terapeutico non è eutanasia”.

Altro esito ha avuto invece una terza mozione, ispirata dalla disponibilità espressa dalla Regione, riguardante la pratica virtuosa del “vuoto a rendere”, prevista con decreto del luglio 2017: “Regolamento recante la sperimentazione di un sistema di restituzione di specifiche tipologie di imballaggi destinati all’uso alimentare”. In seduta consigliare, la capogruppo 5 stelle Natascia Cersosimo ha chiesto che Sindaco e Giunta si impegnassero ad approvare, in accordo con Iren, forme di incentivo economico (per esempio la riduzione della TARI) per gli esercenti, come per i produttori e i distributori, che avrebbero aderito alla sperimentazione. Sullo sfondo v’é il benestare della Regione, che con ogni probabilità presto stanzierà appositi fondi. Nonostante questo, il vice sindaco Stefano Corradi ha preso parola per affermare che nonostante si condivida l’idea del vuoto a rendere, sarebbe meglio attendere che le intenzioni della Regione si traducano in qualcosa di concreto, con un effettivo stanziamento dei fondi, altrimenti si rischierebbe di vedere aumentare ulteriormente una tassa che già adesso impegna molto i cittadini, in un paese come il nostro, che comunque ha raggiunto ottime vette per la differenziata. In sostanza, per il vice sindaco, è il caso di temporeggiare, attendere l’evoluzione delle cose. Per noi 5 stelle si è trattato comunque di un’altra ottima occasione persa, a causa di questa pessima abitudine a temporeggiare.


Una buona notizia è arrivata per mano dei 5 stelle reggiani, che hanno chiamato a raccolta gli attivisti da tutta la provincia, coinvolgendo anche i cavriaghesi in una iniziativa che già nel novembre 2016 conobbe un notevole successo: più di cinquanta volontari hanno provveduto alla piantumazione di altri mille alberi nell’area di forestazione urbana che presto prenderà il nome di “Bosco-Parco Dario Fo”.

Sono ormai tremila gli alberi messi a dimora a Reggio Emilia, grazie al Movimento 5 stelle, in collaborazione con l’assessorato all’ambiente del comune di Reggio. A questi non manchiamo di aggiungere con soddisfazione i 100 alberi piantati l’anno scorso dagli attivisti 5 Stelle nel parco dello sport di Cavriago, piante che vengono dai medesimi periodicamente controllate e curate, e che stanno crescendo rapidamente, come sempre più rapidamente cresce il consenso intorno al MoVimento.


Nel ricordare che Cavriago 5 stelle si riunisce ogni lunedi nella sala blu del Municipio, salutiamo tutti i concittadini con il nostro motto dantesco: “A riveder le stelle”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

}
AllAccessDisabledAll access to this object has been disabled4F9B368F8C0E922AhiKeSRnzPuI+Mv5HjQdcUMDMeSPQzuYkTTSYRJT1c66mzFe+SXNKVIDw/rfZb1mg5fc9HWupWDw=