Home - Città - Bibbiano - Referendum 2011 – 4 SI per tutti noi

Referendum 2011 – 4 SI per tutti noi

A giugno 2011 ci sarà il referendum che pone 4 quesiti ai cittadini italiani, saranno quesiti fondamentali per tutti noi, perchè influenzeranno la nostra vita e quella dei nostri figli, 2 sono sull’acqua, in sostanza viene chiesto se si vuole abolire la legge che permette la possibilità di privatizzare il servizio idrico e la possibilità di guadagnarci sopra, come tutti spero sappiate, l’acqua non è una merce che si “produce” la si prende e la si usa, come l’aria, a differenza di essa però l’acqua deve essere “servita” a domicilio, e questo servizio, almeno nella provincia di Reggio Emilia, è stato egregiamente svolto negli anni da AGAC oggi Iren (Ex Enìa). Non voglio entrare nel merito dell’azienda, perchè troppo ce ne sarebbe da dire, ma sul fatto che ci stanno privatizzando la vita stessa, si perchè l’acqua è vita, senza acqua non si vive, vi diranno che le aziende private sono più efficienti e se guadagnano investono, falso, questo non solo non è affatto scontato, ma le statistiche e le esperienze ci insegnano che le aziende hanno coma primo scopo quello di fare profitto e non certo di fornire un servizio di qualità, ciò è avvalorato dal fatto che questo servizio non sarebbe nemmeno sottoposto alle leggi della libera concorrenza, in quanto i privati si troverebbero un servizio reso in regime di monopolio, e quando se l’unico a detenere quel servizio, chi te lo fa fare di spendere soldi quando puoi guadagnare mantenendo così comè l’infrastruttura? Oggi di imprenditori così non ne conosco, ma di certo anche se ci fossero, non ci possono essere garanzie che nel tempo non cambino idea, o per motivi di affari o per cambi di timoniere, è la legge degli affari, lo stesso si può dire, se non di peggio sulla questione nucleare, che ormai speravo conclusa in italia, ma così non è, grazie a questo governo. Si vuole costruire “nuove” centrali nucleari, la tecnologia presa dalla francia, l’esperienza,pure (forse), visto che in Italia, NESSUNO ha esperienza in merito, non riescono a gestire i rifiuti a napoli ed in sicilia, appena arriva un terremoto “serio” crollano interi quartieri, siamo uno dei paesi a più alto rischio sismico d’europa, eppure, questi “geni” voglio produrre energia dall’atomo, raccontandoci la frottola che “costa meno”, il che non è assolutamente vero, ma ovviamente con la “contabilità creativa” si può dimostrare qualunque cosa, oltre a questo creiamo per l’Italia una nuova DIPENDENZA, si perchè l’uranio non è inesauribile, le scorte si stanno esaurendo come per il petrolio, “un politico pensa alle prossime elezioni, un buon amministratore alle prossime generazioni“. Poi c’è l’ultimo quesito,quello sul legittimo impedimento, roba da matti, solo in italia è possibile stabilire che se un politico ha un impegno non può presentarsi dai giudici che lo stanno giudicando, si dice che “siccome mi hanno eletto devo lavorare ed i giudici non possono impedirmelo”, caro “politico” che tu sia eletto è questione democratica ma che tu sia ancora persona degna di tale posizione è questione anche di giustizia, giustizia che è espressa e sancita dalla costituzione su cui hai giurato, perciò, impegni o no, se la legge è uguale per tutti, lo è anche per te, e non solo per l’operaio, la massaia, l’imprenditore, l’artigiano, il professionista, ecc…, quindi la legge sul legittimo impedimento va abolita. Con queste poche righe vi chiedo di andare a votare, e votare SI a tutti e 4 i quesiti referendari, non lasciate alle prossime generazioni leggi che gli impediranno di essere sereni, se non per voi fatelo per i vostri figli, nipoti, cugini, fratelli, fatelo perchè è giusto farlo, perchè è etico, perchè sono questioni che gi toccano tutti da vicino. Auspico che nascano molti comitati referendari locali, non solo da parte di chi li ha promossi, ma da tutti coloro che sono attenti e preoccupati per il nostro paese, senza simboli di partito, senza “casacche” di connotazioni politiche di parte, ma come cittadini di questa italia che si dice unita ma che in molti casi non ha dimostrato di esserlo, DIMOSTRIAMOLO ORA!!! Un abbraccio e “io speriamo che me la cavo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

}