Home - Atti M5S Cavriago - Maggioranze con le mani legate

Maggioranze con le mani legate

leone pagliaccioLunedi 30 Marzo si è svolto, presso il Comune di Cavriago, un consiglio comunale durante il quale si sono discusse alcune mozioni del movimento 5 stelle cavriaghese. Il medesimo vorrebbe informare la cittadinanza che abbiamo portato a casa un buon risultato, per quanto riguarda l’innalzamento di barriere etiche ed economiche, nei confronti dei circhi che strumentalizzano (per non dire schiavizzano) gli animali. La giunta comunale si è impegnata a disincentivare l’installazione della tipologia di circo succitata, eliminando ogni convenzione, elaborando un regolamento sulla cura degli animali, nonché inviando segnalazione al governo, contro ogni finanziamento atto ad agevolare tali attività.
Non senza rammarico, i 5 stelle cavriaghesi, danno inoltre notizia dell’impossibilità di dare un seguito alla mozione che prevedeva un’assicurazione gratuita della cittadinanza, contro i danni da furto, rapina e scippo. Pare che la Corte dei Conti non consenta tali operazioni, in Emilia Romagna. Non potremo dunque emulare la felice iniziativa del Comune di Cittadella (Padova), almeno per il momento.
Ancora più triste il mancato incontro con la maggioranza, concernente la nostra mozione contro un importante trattato internazionale, che dal luglio 2013 si sta portando avanti tra Stati Uniti ed Europa, nel silenzio generale (e pressoché totale), dei media italiani. Trattasi del TTIP (Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti), di cui i pentastellati al parlamento europeo riportano notizie per niente rassicuranti. La maggioranza PD del Comune di Cavriago si è mostrata cieca e sorda, soprattutto nelle parole, per nulla edificanti, dell’assessore Vania Toni, la quale ha liquidato una tematica così rilevante usandoci poche parole sprezzanti e a tratti offensive; trattamento che da quelle parti riservano ai 5 Stelle, tutte le volte che non si vuole entrare nel merito delle questioni. Il Movimento 5 Stelle dispone di diversi dati, a supporto di quanto viene affermato, cioè che tale negoziazione sotto i tavoli degli americani, portata avanti “per rilanciare l’economia e gli investimenti”, possa con ogni probabilità portare invece a forti rischi, per i diritti dei lavoratori e dei consumatori, così come per le piccole e medie imprese di produzione italiane. Se prima i governi si ponevano alla guida delle fasi della globalizzazione, ora è un tale mostro ad aver reso i governi succubi, a discapito dei popoli. L’attuale governo italiano non fa eccezione e il Movimento 5 Stelle lo vuole ribadire con forza. La Giunta Cavriaghese avrebbe dovuto prendere esempio, dalle diverse località in cui si sta sviluppando pubblicamente l’argomento, insieme a giuristi ed economisti di notevole calibro, i quali ci mettono in guardia da ulteriori passi in avanti da parte di multinazionali ed altre potenti lobbies, che puntano ad inondare il bel paese di prodotti scadenti, a disporre di lavoro a basso costo, ad accaparrarsi settori strategici che dovrebbero rimanere pubblici, nonché ad avere la possibilità di farsi risarcire dai governi che vorranno eventualmente ribellarsi, sfruttando le clausole sul “mancato profitto”, contenute in questo diabolico trattato. Il Movimento 5 Stelle si farà dunque interamente carico, della responsabilità di diffondere ogni informazione riguardante il TTIP.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

}